In passato il vino di visciole veniva prodotto per rendere più gradevoli vini robusti e tannici. Il duca di Federico di Montefeltro secondo il suo biografo e letterario di fiducia Vespasiano da Bisticci lo definì vino da intensi profumi da lui apprezzato per la sua morbidezza e rotondità. Per realizzare questo vino si utilizza una antica varietà di ciliegie ( prumus ceraus) dal colore rosso scuro e dal sapore acidulo. Le visciole vengono raccolte nelle prime settimane di luglio, messe poi a macerare, in parte intere ed in parte schiacciate. Con l'aggiunta dello zucchero si innesca una lenta fermentazione, il prodotto viene poi fatto decantare per alcuni giorni, successivamente filtrato portando al risultato finale morbido e profumato. 750ml Gradazione: 13,5%


15 
  • Spedizione: